BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Google e Microsoft: è sfida per i brevetti Nortel da 900 milioni

I brevetti Nortel pomo della discordia tra Google e Microsoft: la disputa



I brevetti Nortel pomo della discordia tra Google e Microsoft. Google ha annunciato la sua volontà di acquisire la Nortel, famoso colosso delle telecomunicazioni adesso in bancarotta, mettendo sul piatto ben 900 milioni di dollari.

Grazie a questo accordo, BigG potrebbe usufruire degli oltre 6000 brevetti depositati, tra i quali gli Internet Service Provider, le tecnologie wireless, Internet, il 4G, le Local Area Network e quant’altro, occasione ghiotta, dunque, che renderebbe il motore di ricerca ancora più potente.

Non tarda ad arrivare la reazione di Microsoft al piano di Google. Il colosso ha, infatti, precisato il proprio diritto di sfruttare i brevetti anche se questi dovessero cambiare proprietà, per un accordo di licenza perpetua dei brevetti con Nortel e per l’utilizzo delle innovazioni realizzate dall’azienda canadese.

La disputa tra Google e Microsoft è nata quando l’azienda canadese Nortel ha dichiarato bancarotta e ora che si trova in un regime di amministrazione controllata è necessario fare cassa. Di questa necessità ne ha subito approfittato Google, offrendo ben 900 milioni di dollari per assicurarsi l’esclusiva.

La sua mossa è chiara: conquistare una folta schiera di brevetti in modo da proteggere i propri prodotti e le proprie soluzioni software da eventuali azioni legali che, in materia di proprietà intellettuale, stanno divenendo sempre più frequenti.

Nel frattempo, per ora Microsoft non sembra intenzionata a far propri i brevetti spiegando di aver ottenuto da Nortel, nel 2006, una licenza per l'utilizzo a tempo indeterminato, a livello mondiale, e senza versare alcuna royalty di tutti i brevetti ed i servizi dell'azienda.

L'accordo stipulato qualche anno fa, quindi, continuerebbe a restare in vigore anche dopo un'eventuale acquisizione da parte di Google o di altre realtà. La decisione finale sull'acquisizione dei brevetti dovrebbe arrivare a giugno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il