BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tassi interesse oggi alzati all' 1,25%. rate del mutuo in aumento del 2,5%

Via libera all'aumento del costo del denaro di 25 punti base, all'1,25%. Cosa cambia



Via libera all'aumento del costo del denaro di 25 punti base, all'1,25%. Il numero uno della Bce Jean Cluade Trichet e i suoi economisti ritengono sia meglio rialzare i tassi di interesse appena l'inflazione dà segnali di vita attendibili, piuttosto che dopo quando è oltre il livello di guardia.

Per la Bce questa soglia di tolleranza è intorno al 2%, una cifra che mette in discussione la stabilità dei prezzi nel medio periodo. Così oggi il tasso di riferimento della Bce salirà all'1,25% e cambieranno nche le cose per chi sta pagando le rate di un mutuo o è in procinto di accenderne uno.

Chiaramente molto dipende dalla tipologia di mutuo che si sceglie, dalla durata e dal capitale da rimborsare, ma facendo riferimento ad un mutuo di 100mila euro appena sottoscritto, da rimborsare in 20 anni a rate mensili, le rate potrebbero rincarare di una percentuale vicina al 2,5%, che potrebbe salire fino al 3,5% in caso di scadenza trentennale.

Tradotto in termini di denaro, l’aumento potrebbe oscillare tra i 12 e 16 euro al mese. E per molti italiani, questo incremento è già stato notato sulla rata di marzo. Per molti altri invece, le rate diventeranno più salate a partire dai prossimi mesi.
 

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il