Cedolare secca affitti al via oggi 7 aprile 2011. Istruzioni

Al via da oggi la cedolare secca. Come funziona



Oggi 7 aprile 2011 entra ufficialmente in vigore la cedolare sugli affitti, rendondo operativa la norma del decreto legislativo sul federalismo municipale che introduce l’imposta sostitutiva sui redditi da locazione.

La  cedolare secca riguarderà gli immobili affittati a uso abitativo e sostituisce l’attuale tassazione Irpef e l’imposta di registro, con un prelievo fisso del 21% per i canoni liberi e del 19% per quelli concordati. L’imposta potrà essere applicata anche sui redditi da locazioni brevi i cui contratti attualmente non sono soggetti a obbligo di registrazione.

L’Agenzia delle Entrate ha comunictao che c’è tempo fino al 6 giugno per registrare i contratti di locazione i cui termini di registrazione scadono dal 7 aprile e fino al 6 giugno, dunque, potranno scegliere o meno la cedolare secca. Il Fisco ha infatti concesso “una finestra temporale” anche per consentire la scelta più conveniente.

I proprietari di immobili locati a uso abitativo potranno quindi scegliere in alternativa al regime ordinario vigente che cresce con aliquota Irpef, una tassa sostitutiva applicata con aliquota per i canoni liberi e per quelli concordati e comunicare la propria scelta via telematica. La via telematica dovrebbe essere accessibile quasi a tutti, unica eccezione per gli immobili con più di tre proprietari o conduttori.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il