BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2011: guida compilazione

Date scadenze e compilazione modello 730: come fare



Sul sito dell’Agenzia delle Entrate i contribuenti italiani troveranno disponibili i modelli di compilazione del modello 730 2011 relativo alle dichiarazioni dei redditi del 2010, per cui sono previste due date di presentazione: chi presenta il modello al proprio datore di lavoro dovrà consegnarlo entro il 2 maggio, mentre c’è tempo fino al 31 maggio per consegnarlo ai Caf.

Tra le novità dell’anno 2011 vi è una maggiore attenzione al linguaggio utilizzato, più semplice e per tutti i cittadini, poco avvezzi a determinati termini e formulazioni.

La semplificazione del modello 730 è, infatti, un punto importante a favore del cittadino che può così cercare di provvedere alla sua compilazione in modo autonomo, riuscendo a risparmiare l’importo da versare ad un commercialista o al Caf.

On line sono disponibili anche delle guide, sempre fornite dall’Agenzia delle Entrate, per prendere dimestichezza con il modulo e mettersi alla prova e da domani tutti coloro che saranno interessati potranno acquistare la guida alla compilazione del modello 730 del sole24ore disponibile in edicola (guida al 730).

Il modello 730/2011 è composto dal frontespizio, dove riportare dati anagrafici, codice fiscale, residenza del contribuente e da 8 quadri: nel quadro A vanno indicati i redditi da terreni; nel quadro B i redditi da fabbricati, compresa l’abitazione principale; nel quadro C vanno indicati i redditi da lavoro dipendente o assimilati ed anche le ritenute relative all’Irpef e alle addizionali regionale e comunale.

Nel quadro D bisognerà riportare i cosiddetti redditi diversi: capitale, case all’estero; nel quadro E vanno indicati tutti gli oneri e spese detraibili e oneri deducibili, come le spese mediche; nel quadro F bisogna inserire acconti Irpef, ritenute, eccedenze e altri dati diversi da quelle indicate nei quadri superiori; nel quadro G vengono inseriti i crediti d’imposta, mentre il quadro I, l’ultimo, è riservato all’ICI.

Sparite alcune detrazioni sono sparite come quella per gli abbonamenti ai trasporti pubblici o per la formazione dei docenti, restano tuttavia delle 'soluzioni' per pagare meno tasse. Basta presentare insieme alla compilazione del modello 730 scontrini fiscali che riportano importi per spese mediche, fatture di ristrutturazioni o Rc auto e il gioco è fatto.

II primo consiglio per risparmiare sulle tasse è quello di mettere ordinatamente da parte nel corso dell'anno fatture, bollettini di pagamento, scontrini della farmacia che si riferiscono alle spese considerate detraibili dall'Irpef o deducibili dal reddito, perché mettendo insieme le spese si possono conseguire dei bei risparmi. L'esempio più classico è quello dei farmaci.

Autore:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il