BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Contratto unico a tempo indeterminato, basta precari. La proposta di Fini

Niente più precari: la nuova proposta di Fini. Cosa prevede



Il presidente della Camera, Gianfranco Fini, accoglie la proposta che già altri esponenti politici avevano avanzato e sostiene l'idea del senatore democratico  Pietro Ichino, di Luca Cordero di Montezemolo e dell'economista Nicola Rossi che punta a un contratto a tempo indeterminato per tutti e ad una maggiore flessibilità in uscita.

“Meglio un contratto di lavoro unico per le assunzioni a tempo indeterminato, anzichè questa inaccettabile flessibilità con tante tipologie contrattuali. Ma diamo la possibilità ai datori di lavoro di licenziare.

Il contratto unico dovrà essere caratterizzato da una protezione crescente per tutti i futuri dipendenti, eccezion fatta per quei casi come le sostituzioni temporanee o le punte stagionali.

Occupazione, dunque, a tempo indeterminato per tutti ma anche"nessuna inamovibilità per motivi economici e organizzativi. In caso di licenziamento, via libero al trattamento complementare di disoccupazione alla scandinava' contribuzione figurativa per i periodi di disoccupazione, assistenza nel mercato del lavoro più efficace e controllo altrettanto efficace sulla effettiva disponibilità del lavoratore alla nuova occupazione”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il