BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Investire su obbligazioni Grecia, Irlanda, Portogallo al 17 rendimenti: conviene?

Opportunità e rischi di investire nei paesi traballanti dell'Eurozona



Mentre il piano di salvataggio per il Portogallo si sta definendo, la Cina ha annunciato che continuerà ad investire in Spagna e la Grecia continua nella sua opera di risanamento del forte debito accumulato, ci si chiede quanto convenga investire su obbligazioni legate a Portogallo, Irlanda, Grecia e Spagna, cioè a quei paesi con i conti più traballanti fra quelli dell'Eurozona.

I bond dei titoli governativi, ad eccezione di quelli spagnoli, sono aumentati, con tassi, volati anche oltre il 17%, come nel caso dei bond emessi dal governo di Atene. Proprio questi livelli hanno portato in molti a domandarsi se investire in questo momento in obbligazioni legate ai Paesi su citati non rappresenti un'opportunità.

E’ vero, infatti, che si tratta di paesi in difficoltà finanziaria, con i rendimenti dei bond molto alti, ma è anche vero che questi stessi paesi sono in certo senso protetti dall'Unione europea che lavora a sostegno delle loro economie. Anche le risposte di alcune esperti al Sole24ore.com hanno confermato le ottime possibilità per ottenere alti rendimenti, con un rischio decisamente gestibile. «

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il