Cloud computing, smartphone e tablet pc: una rivoluzione in 2-3 anni secondo Google

Il futuro secondo Google. Cosa succederà



“Tra due o tre anni sarà impossibile dimenticare, perdersi, annoiarsi. Una rivoluzione per l'intero pianeta e non solo per una piccola élite si sta compiendo grazie a smartphone, tablet e, soprattutto, al cloud computing. Un futuro straordinario e spaventoso”: così Eric Schmidt, amministratore delegato di Google per dieci anni, che ora ha lasciato a Larry Page, il cofondatore della multinazionale di Mountain View, tornato a dirigerla da poche settimane.

Schmidt appare convinta, sicuro delle sue previsioni, lui che in un certo senso la storia del web l’ha compiuta, attraverso tutti i cambiamenti di cui è stato artefice. E continua fermo: “Tra due al massimo tre anni vivremo in un mondo più felice, più trasparente, conosceremo persone nuove e avremo più tempo da dedicare a noi stessi.

Sarà, per la prima volta, una rivoluzione per l'intero pianeta e non solo per una piccola elite. Tutto grazie agli smartphone che avete già in tasca, ai tablet che si diffonderanno nei prossimi anni e ai super computer che formano quella nuvola digitale, il cloud, dove stiamo raccogliendo una grande quantità di informazioni”.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il