BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Giornalismo in Italia 2011: la situazione

Il presidente Napolitano alla Fieg. Al via il Festival del Giornalismo a Perugia



In occasione della presentazione del Rapporto sullo stato di salute del settore dell'editoria per il triennio 2008-2010, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ha inviato un messaggio di saluto alla Fieg, la federazione italiana degli editori di giornali, sostenendo la necessità di un equilibrio dell'informazione.

“La funzione essenziale che l'indipendenza e il pluralismo dell'informazione debbono assolvere nella ricerca di nuovi equilibri tra i diversi strumenti tecnologici di comunicazione e nell'affrontrare la sfida della multimedialità”.

Dal canto suo, il presidente della Fieg, Carlo Malinconico, ha sottolineato il buon andamento della stampa nell'ultimo anno: nel 2010 sono infatti aumentati i ricavi, con un +0,6% dei quotidiani rispetto all'anno precedente.

Cifre che sottolineano la ripresa del settore dopo il calo registrato nel 2009. A guidare la ripresa è stato internet: rispetto a meno copie di quotidiani vendute nel 2010 (-4,3%) e meno pubblicità incassata dai giornali (-2,6%), gli editori hanno maggiormente qualificato l'offerta online.

La percentuale di utenti dei siti dei quotidiani sull'utenza complessiva è salita in un anno dal 38,3 al 45,4%. Intanto, è partita ieri a perugina la nuova edizione del Festival del Giornalismo 2011, evento che vede la partecipazione di grandi ospiti. Tra tutti spicca la Roberto Saviano, protagonista al teatro Pavone di un intervento sulla ’macchina del fango’.

In programma, come immaginabile, un focus sulla rivoluzione mediatica in Tunisia ed Egitto. Prevista anche la presenza di Mark Stephens, legale britannico di Julian Assange e di Mark Fiore, il vignettista Pulitzer 2010. E poi ci saranno anche le lezioni magistrali di Carlo De Benedetti, presidente del Gruppo L’Espresso, di Giulio Anselmi, presidente dell’Ansa e di Peter Horrocks, direttore Bbc Global News. Un premio previsto per il giornalismo digitale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il