BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tassa di soggiorno: i comuni orientati verso il sì

Si alla tassa di soggiorno: quando entrerà in vigore?



Si alla tassa di soggiorno: la novità che fa rientra nel pacchetto del federalismo municipale entrerà in vigore, anche se non si sanno ancora i tempi di applicazione. Qualcuno pensa al 2012.

La decisione è stata comunicata a Montecatini Terme, dopo l'incontro tra Anci (Associazione nazionale comuni italiani), Ancot (Associazione nazionale dei comuni termali) e Federterme.

La condizione su cui tutti sono stati d'accordo è stato il fatto che questa tassa sarà considerata una tassa di scopo e quindi usata per promuovere il turismo, importante per rimpinguare le casse comunali.

La tassa di soggiorno varrà per le città d’arte, le città termali, che negli ultimi anni, hanno sofferto molto il calo del turismo nazionale, e le località dell'Alta Valle Susa, prima zona turistica del Piemonte ad applicare la tassa di soggiorno.

I comuni olimpici di Sestriere, Cesana, Pragelato e Sauze di Cesana faranno entrare in vigore la tassa (dai 50 centesimi a 1 euro) per tutti i turisti che sceglieranno di soggiornare in hotel.

Il provvedimento entrerà in vigore sicuramente entro l’inverno, ma c’è anche la possibilità che si inizi dall’estate ormai alle porte. La decisione sarà presa dai sindaci insieme con gli albergatori, in una riunione, convocata per mercoledì 20 aprile.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il