BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2011: crediti di imposta prima casa, affitti, redditi all'estero, fondi pensione

Tempo di dichiarazione dei redditi per i contribuenti italiani: i crediti di imposta del 730 2011



Tempo di dichiarazione dei redditi per i contribuenti italiani alle prese con la compilazione del modello 730 2011, relativo ai redditi percepiti nel 2010. Tante le raccomandazioni per la compilazione.

E’ bene conoscere i quadri specifici per la compilazione del modello, a partire dal quadro G che permette al contribuente di recuperare i crediti d’imposta. In particolare, la sezione I del quadro G riguarda i crediti d’imposta relativi ai fabbricati e riguardano il credito d’imposta per il riacquisto della prima casa ed il credito per i canoni di locazione non percepiti.

Il riacquisto della prima casa riguarda il caso in cui viene effettuata la vendita e successivo riacquisto, entro un anno, della prima casa, a condizione che l’immobile venduto sia già stato oggetto di agevolazioni per l’acquisto della prima casa.

Il credito d’imposta riconosciuto al momento del riacquisto è pari all’imposta di registro o all’Iva assolta in occasione del precedente acquisto della prima casa. Il credito per i canoni di locazione non percepiti, invece, riguarda i canoni di immobili ad uso abitativo scaduti e non percepiti e deve essere calcolato attraverso una riliquidazione delle maggiori imposte pagate nelle dichiarazioni dei redditi di tutti gli anni in cui è stato dichiarato il canone e che poi non è stato effettivamente percepito.

Passando alla sezione II del quadro G troviamo il credito d’imposta per reintegro anticipazioni sui fondi pensione, che riguarda i contribuenti che aderiscono a forme pensionistiche complementari e che intendono reintegrare delle anticipazioni precedentemente richieste per particolari esigenze quali spese sanitarie per gravi situazioni o acquisto prima casa.

Nella sezione III, sempre del quadro G, ci sono poi i crediti d’imposta per i redditi prodotti all’estero, per i contribuenti che hanno percepito redditi in un paese estero nel quale sono state pagate le imposte a titolo definitivo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il