Fiat: scontro con sindacati Fiom. Primo incontro Marchionne-Camusso

La Fiom contro la newco di Pomigliano. La situazione



Entro la prossima settimana, la Fiome ha deciso di ricorrere in tribunale contro gli accordi sottoscritti da Fiat e altre quattro organizzazioni sindacali nel 2010 per rinnovare l'organizzazione del lavoro negli stabilimenti di Mirafiori e di Pomigliano d'Arco.

Il segretario generale dell'organizzazione sindacale, Maurizio Landini, ha, infatti, spiegato che “La Fiom farà ricorso alla magistratura di Torino per rendere nulli gli effetti dell'accordo Fiat per gli stabilimenti di Pomigliano e Mirafiori”. Landini ha sottolineato che “Da parte della Fiat è in atto un tentativo di cambiare la Costituzione del Paese. Se passa l'idea che si esce da Confindustria e si fanno contratti individuali siamo alla destrutturazione del sistema sindacale. Siamo di fronte a qualcosa di grave che non riguarda soltanto i lavoratori, ma la democrazia”.

Nel frattempo, si parla del primo incontro tra il segretario generale della Cgil e l'ad della Fiat.Presente anche Susanna Camusso, insieme ai segretari generali di Cisl e Uil. L’incontro potrebbe limitarsi ad una comunicazione dell’azienda  sull'oggetto della riunione che è il futuro della Oag, Officine automobilistiche Grugliasco (Oag) della ex Bertone, dove i lavoratori sono da anni in cassa integrazione e l'investimento di Fiat da 500 milioni per portare la produzione della Maserati è condizionato all'intesa con il sindacato, ma è possibile che trattandosi del primo confronto di Marchionne con la Camusso si possano aprire anche altri scenari di discussione.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il