BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Open Office open source. Oracle cambia strategia

Oracle fa dietrofront: la nuova strategia



OpenOffice.org sarà open source e aperto a tutti. E’ così che Oracle ha deciso di fare un passo indietro sulla suite d’ufficio abbandonando l’idea di poter avere compensi su questo software scaricato milioni di volte da milioni persone in tutto il mondo. Il gruppo si prepara, dunque, a cambiare di nuovo i propri piani.

Il principio è quello per cui lo sviluppo della suite debba tornare nelle mani di una community. “Data la vastità dell’interesse nelle applicazioni per la produttività personale e la rapida evoluzione delle tecnologie di personal computing, riteniamo che il progetto OpenOffice.org sarebbe meglio gestito da una organizzazione focalizzata sul servizio e costituita su base non commerciale”: queste le parole di Edward Screven, chief architect Oracle, che spiegano il cambiamento.

Il sito ufficiale ospita proprio in queste ore link indirizzanti a pagine non più esistenti, quasi a sottolineare l’immediato cambiamento tra il progetto e la casa madre Oracle: è stata dismessa la suite ufficiale a pagamento e sembra sia stato dismesso anche il progetto Oracle Cloud Office.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il