BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Domande e risposte su 730 2011: le più frequenti

I dubbi più frequenti del 730



Tempo di dichiarazione dei redditi per i contribuenti italiani, ma c’è ancora chi ha le idee un po’ confusa sulla compilazione del proprio 730 2011 relativo alla dichiarazione dei redditi del 2010.

Innanzitutto bisogna ricordare che si stanno avvicinando le prime scadenze: 2 maggio per la presentazione del 730 all’azienda o all’ente previdenziale (se prestano l’assistenza, ma i casi sono sempre più rari specie dopo la rinuncia dell’Inps), 31 maggio per la presentazione al Caf o al professionista.

I dubbi più frequenti sul 730 riguardano i tempi per cui la detassazione degli straordinari sarebbe retroattiva, se chi compra una casa può continuare a detrarre, al posto del venditore, le rate mancanti del 36% e gli sconti sull’acquisto dei parafarmaci.

Ebbene, per quanto riguarda la detassazione degli incrementi di produttività, nel caso di cessazione del rapporto di lavoro avvenuto in una data anteriore all’emanazione della risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 83 del 17 agosto 2010, il dipendente può richiedere al sostituto d’imposta la consegna di una nuova certificazione, per l’indicazione dei redditi del 2010, tassati ordinariamente (se non già segnalati), che possono essere assoggettati ad imposta sostitutiva e al recupero della maggiore imposta pagata, in sede di presentazione della dichiarazione dei redditi.

Per quanto riguarda invece la detrazione del 36%, in caso di vendita abitazione, la detrazione compete al nuovo proprietario già nella dichiarazione di quest’anno. Nessuna agevolazione è, invece, prevista per l’acquisto di parafarmaci che, secondo quanto specificato dall’Agenzia delle Entrate, non sono detraibili.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il