BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Piano Casa 2011: nuovo impulso da Tremonti per ampliare casa in tempi brevi

Entro maggio il decreto sul nuovo Piano casa: cosa prevede



Il prossimo decreto di maggio che recepirà il Programma delle riforme (Pnr) rilancerà il piano per l'edilizia abitativa superando veto delle regioni. Ad annunciarlo è stato il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, che ha assicurato che il decreto dovrebbe vedere la luce nei primi giorni di maggio e diverrà immediatamente operativo in assenza di un tempestivo intervento normativo regionale.

Secondo il Piano, i proprietari di casa potranno aumentare la volumetria degli edifici in misura pari al 20% in caso di ristrutturazione, al 30% in caso di abbattimento e successiva ricostruzione. Inoltre, il decreto eliminerà quei meccanismi che fanno lievitare i costi degli appalti.

Obiettivo del governo è introdurre percentuali fisse predeterminate per le riserve, strumento con il quale l'appaltatore contesta in corso d'opera vizi del progetto o imprevisti chiedendo un aumento del prezzo, e per le opere compensative,cioè opere ulteriori che gli enti locali chiedono ai costruttori come giardini.

Il decreto prevede anche una semplificazione della Scia, la segnalazione certificata di inizio attività che ha recentemente sostituito la vecchia Dia. La segnalazione certificata d’inizio attività prevista dall’ultima finanziaria era stata introdotta solo per l’avvio di attività commerciali e produttive, poi estesa anche all’edilizia, suscitando le proteste delle opposizioni.

Tremonti ha annunciato, inoltre, altre semplificazioni tra cui quelle che riguardano le norme per il rilancio degli appalti dei lavori pubblici, che, mettano al centro imprese edili e i tecnici invece di geometri.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il