Steve Jobs: iPhone, iPad e Apple non tracciano utenti

Jobs difende il suo gruppo con una lettera. La situazione



Steve Jobs difende la sua Apple, accusata di tracciare i propri utenti tramite un file nascosto contenuto all'interno di ogni iPhone, e smentisce fermamente qualsiasi tracciamento e conservazione dei dati, con una email inviata ad un cliente in risposta, come è successo più volte nel corso degli ultimi anni e nega che il gruppo abbia predisposto qualsivoglia sistema di tracciamento.

Jobs difende il suo gruppo senza però accomunare la posizione del gruppo con quella di Google, che ammette di tracciare gli spostamenti degli utenti nel loro interesse, per fornire loro migliori servizi.

Apple dovrà ora, dunque, dimostrare con i fatti la propria posizione di difesa, considerando che le prime denuncie sembrano essere già avviate e la compagnia potrebbe subire gravi danni di immagine. Tracciare gli utenti è possibile grazie alla integrazione di dispositivi GPS negli smartphone e all'utilizzo di modelli di business locali, che favoriscono il suggerimento di offerte agli utenti che si trovano in determinate località o città. 

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il