BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Fondo Pmi a rischio nel Decreto Sviluppo Maggio 2011

A rischio il fondo di garanzia per le Pmi. Crescono le domande



Mentre cresce la domanda, il fondo garanzia al credito per le Pmi sembra a rischio. Il decreto del Ministero dello Sviluppo previsto per gli inizi di maggio sembra, infatti, non nulla in merito al rifinanziamento del fondo di garanzia per le PMI, una delle principali risorse che le piccole e medie imprese italiane hanno potuto sfruttare, per facilitare il recupero del terreno perso durante gli ultimi due anni di crisi profonda.

Il successo del fondo è testimoniato dal trend di crescita che ha avuto in questi ultimi anni: hanno richiesto e ricevuto la garanzia pubblica a fronte dei finanziamenti concessi nelle banche 13.947 aziende nel 2008, 24.600 imprese nel 2009, quasi 50mila nel 2010 e nel primo trimestre del 2011 sono state accolte oltre 14mila domande con un aumento del 40% rispetto al primo periodo del 2010.

I finanziamenti attivati grazie al fondo di garanzia hanno raggiunto la cifra di 2,3 miliardi, per un importo garantito pari a 1,3 miliardi, e rappresentano un nuovo primo passo da parte delle Pmi che si sono avviate verso la ri-crescita dopo la crisi che le ha travolte.

E le richieste continuano a crescere e per il 2012, però, anno per il quale lo stanziamento previsto è di  soli 550 milioni, sarà particolarmente complicato gestire le richieste, perché le misure di risparmio straordinarie scadranno il 31 dicembre 2011.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il