BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tassi di interessi euribor mutui in crescita: previsioni 2012,2013,2014, 2015

L'andamento dell'Euribor: cosa succederà nel mercato dei mutui



L'Euribor, il tasso applicato ai prestiti che le banche rilasciano e riferimento per indicizzare i mutui, supera la soglia dell'1,4% per la prima volta da oltre due anni salendo dall'1,395% di lunedì scorso e arrivando così al livello più alto dal 23 aprile 2009. In crescita anche il contratto a 1 mese (da 1,244% a 1,2510%) e quello a sei mesi, da 1,6820% a 1,6880%.

L'aumento dei tassi interbancari riflette l'attesa del fatto che la Bce aumenterà ulteriormente il costo del denaro nel corso dei prossimi mesi. L'Eurotower si riunirà domani a Francoforte e se la Bce decidesse di sottolineare una maggiore attenzione all'andamento dell'inflazione allora sarebbe scontato un ulteriore aumento del costo del denaro a giugno.

La situazione diventerebbe ‘pesante’ per tutti coloro che hanno accesso un mutuo a tasso variabile, basti pensare che dall'inizio dell'anno l'Euribor a tre mesi è salito di 40 centesimi, quello a un mese di 45 centesimi.

Roberto Anedda vicepresidente del gruppo MutuiOnline, ha spiegato che “La velocità di salita è dovuta al fatto che nei mesi scorsi l'Euribor è rimasto abbondantemente al di sotto dell'1% e cioè del tasso di riferimento della Bce. Ora il livello si sta adeguando a una situazione di normalità e lo scenario è orientato a un progressivo rialzo”.

A fine 2011 potremmo avere un costo del denaro all'1,75%, un ulteriore aumento di un altro punto dovrebbe arrivare nel 2012 e ancora un punto dovrebbe salire nel 2013, rimanendo più meno a quei livelli anche nei successivi 2014 e 2015.

Questo andamento ‘a salire’, si riflette moltissimo nella scelta di chi non vuole correre rischi e opta per mutui con tassi fissi al 5% che probabilmente saliranno verso il 5,5%.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il