Tassi di interessi euribor mutui in crescita: previsioni 2012,2013,2014, 2015

L'andamento dell'Euribor: cosa succederà nel mercato dei mutui



L'Euribor, il tasso applicato ai prestiti che le banche rilasciano e riferimento per indicizzare i mutui, supera la soglia dell'1,4% per la prima volta da oltre due anni salendo dall'1,395% di lunedì scorso e arrivando così al livello più alto dal 23 aprile 2009. In crescita anche il contratto a 1 mese (da 1,244% a 1,2510%) e quello a sei mesi, da 1,6820% a 1,6880%.

L'aumento dei tassi interbancari riflette l'attesa del fatto che la Bce aumenterà ulteriormente il costo del denaro nel corso dei prossimi mesi. L'Eurotower si riunirà domani a Francoforte e se la Bce decidesse di sottolineare una maggiore attenzione all'andamento dell'inflazione allora sarebbe scontato un ulteriore aumento del costo del denaro a giugno.

La situazione diventerebbe ‘pesante’ per tutti coloro che hanno accesso un mutuo a tasso variabile, basti pensare che dall'inizio dell'anno l'Euribor a tre mesi è salito di 40 centesimi, quello a un mese di 45 centesimi.

Roberto Anedda vicepresidente del gruppo MutuiOnline, ha spiegato che “La velocità di salita è dovuta al fatto che nei mesi scorsi l'Euribor è rimasto abbondantemente al di sotto dell'1% e cioè del tasso di riferimento della Bce. Ora il livello si sta adeguando a una situazione di normalità e lo scenario è orientato a un progressivo rialzo”.

A fine 2011 potremmo avere un costo del denaro all'1,75%, un ulteriore aumento di un altro punto dovrebbe arrivare nel 2012 e ancora un punto dovrebbe salire nel 2013, rimanendo più meno a quei livelli anche nei successivi 2014 e 2015.

Questo andamento ‘a salire’, si riflette moltissimo nella scelta di chi non vuole correre rischi e opta per mutui con tassi fissi al 5% che probabilmente saliranno verso il 5,5%.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il