BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Unico 2011 persone fisiche: detrazioni

Detrazioni e bonus del modello Unico 2011



Per la dichiarazione dei redditi 2011, relativa ai redditi 2010, i contribuenti italiani che, pur possedendo redditi che possono essere dichiarati con il 730, perché privi di un datore di lavoro o non titolari di pensione, dovranno compilare Unico 2011.

Presentano il modello Unico tutti i titolari di partita Iva, come i professionisti e gli imprenditori individuali, i soci di società di persone, i non residenti, coloro che sono tenuti a presentare dichiarazioni Iva, Irap o 770 e, in generale, i contribuenti che devono dichiarare redditi non presenti nel 730 come, ad esempio, le plusvalenze derivanti dalla cessione di partecipazioni qualificate. Il modello Unico comprende il modello degli studi di settore o dei parametri, quando sono obbligatori, e la dichiarazione Iva.

Persone fisiche e contribuenti con esercizio coincidente con l’anno solare, entro il 16 giugno dovranno versare il saldo 2010 e la prima rata di acconto per il 2011. Per quanto riguarda le persone fisiche, tra le novità di Unico 2011 previsti rimborsi per le maggiori somme pagate sul lavoro straordinario e su quello notturno, legati ad incrementi di produttività aziendale, nonché le agevolazioni riservate per il settore tessile.

Per quanto riguarda detrazioni e bonus, sono previste agevolazioni fiscali sulle ristrutturazioni edilizie, bonus al 55% sugli interventi di riqualificazione energetica, bonus fiscali al 20% sull’acquisto, con contestuale rottamazione, di un frigorifero ad elevata efficienza energetica.

Novità anche per i proprietari di immobili a L’Aquila e Provincia, che, per l’affitto delle case, nel quadro RB avranno lo spazio per potersi avvalere della cosiddetta cedolare secca, l’imposta sostitutiva sui redditi da locazione, entrata in vigore lo scorso 7 aprile. Il modello Unico PF 2011 si può scaricare gratuitamente online dal sito Internet dell’Agenzia delle Entrate.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il