BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Facebook: dati personali milioni di utenti in mano a terzi

Nuovi problemi privacy su Facebook: cosa è successo



Nuovi problemi privacy in rete e questa volta le vittime sarebbero gli utenti di Facebook, il popolare social network, che registra milioni di utenti in tutto il mondo. Secondo un'analisi di Symantec, noto produttore di antivirus, si sarebbe verificata una fuga di migliaia di dati sensibili degli utenti dal software che potrebbero essere stati rivelati a soggetti terzi.

La società specializzata in sicurezza informatica ha però aggiunto che “fortunatamente, queste terze parti potrebbero non essersi rese conto della loro capacità di accedere alle informazioni”.

Symantec ha inviato un'informativa a Facebook che ha confermato la fuga di dati e ha assunto misure per risolvere il problema. La fuga di dati sarebbe avvenuta perché  centinaia di migliaia di applicazioni avrebbero sfruttato delle vulnerabilità presenti tra le API (Application Programming Interface) del social-network, per neutralizzare le misure di sicurezza e violare i profili degli utenti in modo da immagazzinare le loro informazioni riservate.

Ciò significa che ogniqualvolta un utente effettuava un accesso in un’applicazione di Facebook, i suoi dati venivano sottratti alla privacy ed entravano nelle mani di terzi.

I responsabili di Facebook sono al lavoro, in collaborazione con la stessa Symantec, per ripristinare il sistema e assicurare nuova protezione agli utenti del social network, a cui, nel frattempo, è stato consigliato di modificare la propria password d'accesso.

Intanto, in Italia, la Adoc (associazione di consumatori) ha inviato un esposto al Garante della Privacy per chiedere di verificare la possibile fuga di dati sensibili dal servizio e ha richiesto chiarimenti sulla questione ai rappresentanti dell'azienda del social.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il