BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Lavorare seduti alla scrivania: si muore prima

Lavorare seduti per più di sei ore al giorno aumenta il rischio di morte del 20%. Come prevenire i disturbi



La notizia non farà certamente piacere a tutti i dipendenti d’ufficio che trascorrono ore seduti davanti alla scrivania e neanche tutti gli altri che lavorano stando sempre seduti: stando a quanto rivelato da James Levine, ricercatore della clinica Mayo a Rochester (Minnesota), passare troppe ore a lavorare seduto indebolisce l’organismo umano, rende più vulnerabili a malattie di vario genere e fa crescere il rischio di morte del 20%.

Il medico ha chiesto ad un gruppo volontari di sovralimentarsi di non fare sport per mesi. Il risultato è stato che circa la metà di loro non è ingrassato e i test effettuati non hanno rilevato un differente metabolismo rispetto agli altri, perché si trattava di coloro che con maggiore frequenza tendevano ad alzarsi dalla scrivania, per fare due passi nella stanza.

Ma i problemi che il medico sottoline non si limitano all'obesità. Gli studi condotti in laboratorio su topi costretti a una prolungata immobilità hanno evidenziato la maggiore resistenza degli stessi ai virus presenti nell'ambiente.

L'epidemiologa Alpa Patel, in forza all'American Cancer Association, ha condotto uno studio sul campo rilevando che le persone che passano sei ore o più al giorno seduti a una scrivania hanno un rischio morte del 20% più elevato rispetto alla media e il dato raddoppia se si considerano le sole donne.

Non resta, quindi, che assumere comportamenti che rendano il lavoro alla scrivania meno pesante e rischioso, come alzarsi frequentemente dalla sedia anche solo per qualche minuto, fare una breve passeggiata, non restare nella stessa posizione durante la seduta.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il