Strauss-Kahn direttore generale Fmi e accuse violenza sessuale: se fosse un complotto?

E se fosse tutto un complotto? Le accuse di Strauss-Kahn



La cameriera lo accusa di violenza sessuale e stupro, lui si dichiara non colpevole, la moglie lo sostiene e c’è anche chi sostiene che tutta questa vicenda possa essere risultato di un complotto pensato per screditarlo alle elezioni francesi e al Fmi, considerando che, come molti hanno osservato, lui potrebbe permettersi tranquillamente delle escort.

Un mese fa, infatti, Strauss-Kahn aveva parlato con alcuni giornalisti di Liberation dell'ipotesi di un complotto basato su uno stupro che avrebbe potuto essere montato ai suoi danni. Interrogato dai giornalisti sugli eventuali punti deboli della sua candidatura alle presidenziali 2012, Strauss-Kahn aveva risposto: “I soldi, le donne e essere ebreo.

Sì, aveva ammesso, mi piacciono le donne e allora? Da anni, si parla di foto di ammucchiate giganti, ma non ho mai visto uscire niente allora che le tirino fuori!”. Alcuni giornali, però, sostengono che Strauss-Kahn sia malato di sesso e che la violenza sulla cameriera possa essere stato il frutto di un raptus incontrollabile.

Nel frattempo, oggi pomeriggio, il direttore dell'Fmi dovrebbe comparire davanti a un giudice di New York. La polizia ha ottenuto un nuovo mandato per esaminare i suoi vestiti alla ricerca di Dna e i suoi legali hanno reso noto che il capo dell'Fmi ha accettato di sottoporsi a nuove analisi ed esami corporali. “E' stanco ma sta bene”, hanno i suoi legali che hanno ribadito che il loro cliente respinge le accuse.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il