BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Elezioni amministrative 2011: exit pool aggiornati Milano, Bologna, Torino, Napoli, Cagliari

Primi dati elezioni amministrative 2011: cosa sta succedendo



Chiusi i seggi elettorali in cui si sono tenute le elezioni amministrative 2011 in più di 1200 Comuni d’Italia e 11 province e che hanno toccano importanti città italiane come Milano, Torino, Bologna, Napoli. Per i comuni che hanno un numero di abitanti superiori a 15.000 è previsto un sistema elettorale a doppio turno di ballottaggio qualora un candidato non superi il 50% dei voti totali.  Per cui cittadini elettori saranno chiamati al voto una seconda volta fra due settimane, per scegliere fra i primi due classificati al primo turno.

Per i comuni inferiori a 15.000 abitanti la tornata elettorale si esaurisce in un solo turno. Secondo le prime indicazioni degli intention poll, intenzioni di voto espresse dagli elettori al telefono fra venerdì e sabato, prima quindi dell’apertura dei seggi, diffusi da Sky tg24 la favorita a Milano sarebbe Letizia Moratti, candidata del Pdl. Il sindaco uscente è vista in testa al 47,5% contro il rivale del centrosinistra Giuliano Pisapia al 43.0%, candidato del Pd.

“Politicamente straordinario e positivo”: così il sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino ha commentato i primi dati relativi alle intenzioni di voto per il Comune di Milano. “Se le intenzioni saranno confermate, ha detto Iervolino, e Pisapia porterà per la prima volta la Moratti al ballottaggio saremo davanti a un dato straordinario, un dato che il governo Berlusconi pagherà”.

Poco incerta la situazione a Torino dove Piero Fassino, del centrosinistra dovrebbe raccogliere 54% dei voti nel peggiore dei casi, senza ballottaggio. Incertezza, invece a Napoli, governata da anni dal centrosinistra, dove per il momento il Pdl è in vantaggio con Gianni Lettieri al 42%, che andrebbe al ballottaggio con Luigi De Magistris (Idv).

In bilico ancora Bologna: secondo l'Intention Poll Digis per Sky Tg24, nella corsa per il sindaco di Bologna sarebbe in testa Virginio Merola (Centrosinistra), con il 50% dei voti, mentre Manes Bernardini (Centrodestra) si attesterebbe al 31%. Nessun dato disponibile per il momento ancors per Trieste, mentre a Cagliari sono invece disponibili delle stime: Massimo Fantola, candidato sindaco per il centrodestra, oscilla tra il 43%-49% mentre è al 41-47% del candidato del centrosinistra Massimo Zedda. Per ora sono solo previsioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il