BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ibm sfida Oracle con nuove soluzioni Database e Middleware

Le nuove soluzioni Ibm per sfidare Oracle



Ibm sfida Oracle con nuove soluzioni database e middleware, per attirare maggiori clienti, anche dalla schiera dell’avversario e proponendo accordi finanziari speciali per chi arriva da Oracle.

Lo scorso anno sono stati oltre mille i clienti di database Oracle ad aver scelto DB2 di Ibm e oltre 400 i clienti Oracle WebLogic ad aver scelto WebSphere. Tra le new entry spiccano Deutsche Postbank e Gazprom Neft.

Nonostante questo rinnovato successo, la strada verso l’affermazione di Ibm non si arresta e proprio negli stessi giorni della più importante user conference di Oracle, l’OpenWorld di San Francisco, IBM ha presentato una nuova tecnologia software diretta concorrente della Oracle Exadata Database Machine Real Application Clusters (RAC).

Si chiama DB2 pureScale, è un software di clustering capace di accrescere la capacità transazionale dei database, riducendo rischi e costi di espansione dei sistemi IT. Ciò su cui Ibm punta per scavalcare la concorrente Oracle è la capacità di gestire il continuo aumento dei dati con software che permettono di aggiungere e rimuovere capacità in modo flessibile, con la possibilità per i clienti di pagare solo i giorni in cui necessitano del software supplementare per gestire i picchi di lavoro.

DB2 pureScale integra la nuova tecnologia PowerHA pureScale, che riduce la quantità di comunicazioni richieste all’interno del cluster, con conseguente diminuzione della potenza di calcolo consumata per l’overhead. Presente anche la tecnologia Infiniband per la comunicazione interna. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il