BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Dirigenti statali e concorsi aggiornamento: obbligatorio stage all'estero di 6 mesi

Corsi e aggiornamenti all'estero per accrescere le proprie competenze: il nuovo provvedimento



Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera alla decisione che prevede un periodo di formazione obbligatoria all'estero per i neo dirigenti dello Stato. Saranno interessati al provvedimento tutti i vincitori di concorso a dirigente di prima fascia delle amministrazioni centrali e degli enti pubblici non economici.

Coloro che fanno parte di queste categorie dovranno svolgere all'estero uno stage di sei mesi, a tempo pieno, con l'obiettivo di accrescere e approfondire le loro competenze manageriali e conoscenze comparate nel settore pubblico, come ha anche precisato il ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta.

Il periodo di formazione, che può essere rinviato o sospeso soltanto per malattia o maternità e deve chiudersi entro tre anni dalla conclusione del concorso, rientra nel piano annuale della formazione.

Durante il periodo all'estero, oltre al rimborso delle spese di viaggio, di vitto e di alloggio, al dirigente verranno riconosciuti anche il trattamento economico tabellare e la retribuzione di posizione (parte fissa) previsti per i dirigenti di prima fascia. Sono esclusi dal provvedimento i dirigenti ammessi al concorso in qualità di appartenenti all'organico dell'Unione europea e i dirigenti vincitori di concorsi pubblici a tempo determinato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il