BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Professioniste, donne e mamme in carriera: tecnologia per conciliare casa-lavoro. Il punto da Hp

HP Imaging & Printing Group, in collaborazione con l'associazione Working Mothers Italy, ha presentato la tavola rotonda ‘Tecnologia e Conciliazione



Essere donne, mamme e professioniste in carriera appare spesso, soprattutto nella vita frenetica di oggi, un’impresa ardua da sostenere, ma sembra che stiano arrivando novità in grado di conciliare tutti questi ruoli che la donne ricopre nella vita di ogni giorno. HP Imaging & Printing Group, in collaborazione con l'associazione Working Mothers Italy, ha presentato la tavola rotonda ‘Tecnologia e Conciliazione': le parole chiave per le donne e le mamme che lavorano’, che ha appunto affrontato il tema della conciliazione tra lavoro e famiglia e di come raggiungere un equilibrio grazie all'utilizzo delle nuove tecnologie.

Bruna Bottesi, Vice President e General Manager HP IPG Italiana, ha illustrato come la tecnologia e nello specifico le stampanti ePrint possano essere utili nelle modalità di lavoro flessibile ed è propria in quest'ottica di lavoro che HP ha pensato a diverse soluzioni di stampa in mobilità per diversi dispositivi e piattaforme, soluzioni che consentono agli utenti di stampare documenti direttamente dai propri dispositivi mobili su una stampante abilitata HP ePrint inviando una semplice e-mail.

Letizia Quaranta, blogger e ideatrice di Bilingue per Gioco e Rita Loner Zecchel, ha sempre lavorato all'estero fino a quando non è diventata mamma e una volta rientrata in Italia, la tecnologia le è stata molto utile perché le ha concesso di avere un futuro, perchè con la creazione del blog ‘bilingue per gioco’ è riuscita a inventarsi un lavoro.

Maria Cimarelli, presidente di Working Mothers Italy, è intervenuta affermando: “L'opportunità di supportare le donne che devono conciliare professione e maternità rappresenta lo scopo fondativo della nostra associazione. Un aspetto peculiare per noi è stato proprio quello di utilizzare un social network e di basare sugli aspetti tecnologici molte delle nostre attività”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il