BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensione media italiani: quanto prendono?

Meno di 500 euro al mese per otto milioni di pensionati italiani: i dati dell'ultimo rapporto Inps



Oltre otto milioni di pensionati italiani (pari al 50,8% del totale) ricevono una pensione inferiore a 500 euro al mese, mentre il 28,2% delle pensioni è composto da una cifra che va dai 500 ai 1.000 euro: questo è quanto emerge dal Rapporto annuale 2010 dell'Inps.

La quota delle pensioni più basse sale, invece, al 79% del totale se si considerano gli importi inferiori ai 1.000 euro. Sono le donne che percepiscono gli assegni più bassi: il 61,3% delle pensionate ritira una pensione inferiore ai 500 euro mensili, a fronte del 36% degli uomini.

Sempre secondo il rapporto i pensionati rappresentano il 23% della popolazione e la spesa nel 2010, comprensiva delle indennità di accompagnamento agli invalidi civili e di altre prestazioni minori, è risultata pari a 190.453 milioni di euro con un aumento del 2,3% rispetto al 2009.

Dal rapporto annuale dell’Inps, emerge che nel corso del 2010 l’Inps ha effettuato 88.123 accertamenti ispettivi di cui 67.955 hanno dato esito irregolare e le imprese in nero e i lavoratori autonomi non iscritti sono risultati 16.670 e 77.636 i lavoratori irregolari e in nero. Nel 2010, rispetto al 2009, gli assicurati Inps sono diminuiti di 43.000 posizioni (-0,2%) su un totale di quasi 20 milioni di posizioni. I lavoratori dipendenti dalle imprese (13,1 milioni) hanno avuto una flessione media pari all'1,5%.

Sono aumentati, invece, i lavoratori dipendenti in agricoltura (+4,8%) e dei lavoratori domestici (+17,6%). Per quanto riguarda i lavoratori autonomi, artigiani, commercianti e lavoratori agricoli autonomi, in complesso 4,4 milioni, la flessione media complessiva nel 2010 è stata dello 0,2%, mentre i lavoratori iscritti alla gestione separata hanno registrato nel 2010 un incremento dell'1,6%. Nel 2010 attraverso l'Inps sono stati erogati quasi 20 miliardi di euro per gli ammortizzatori sociali.

Nel 2010 l'Inps ha speso 177,35 miliardi di euro (+2,1% rispetto al 2009) per erogare oltre 16 milioni di pensioni (escluse quelle di invalidità civile) e al 31 dicembre 2010, i pensionati Inps erano 13,8 milioni, di cu il 54% donne. In generale, il 78% delle pensioni erogate dall'Istituto è di natura previdenziale, il restante 22% è di tipo assistenziale.

Emerge, inoltre, che i pensionati Inps sono 13.846.138, il 54% donne e il 46% uomini ai quali, per il maggiore importo medio dei trattamenti percepiti, è destinato il 55% dei redditi pensionistici. Il 74% dei titolari ha più di 64 anni e il 23% presenta un'età compresa tra 40 e 64 anni.

Differenze emergono anche fra uomini e donne: il 91% delle pensioni Inps erogate alle donne è inferiore ai 1.000 euro ma per sei assegni su 10 l'importo è inferiore a 500 euro, invece solo il 36% delle pensioni erogate a uomini è sotto i 500 euro mentre il 20,2% è superiore ai 1.500 euro, contro appena il 2,6% degli assegni con un titolare donna.

Gli uomini ricevono in media 1.311 euro al mese (la media è tra i 1.284 di chi può contare su una sola pensione e i 1.442 euro medi di chi beneficia di più assegni) mentre le donne hanno un reddito pensionistico medio di 893 euro (la media tra i 744 euro di chi ha un solo assegno e i 1.183 di chi ha due o più trattamenti).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il