BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Stipendio netto medio in Italia 2011

Meno di 900 euro ai neo assunti, meno di mille euro per gli stranieri, stipendi più alti per gli uomini: gli ultimi dati Istat



Lo stipendio medio netto degli italiani non supera i 1300 euro e i neoassunti devono accontentarsi di appena 900, le lavoratrici hanno retribuzioni più basse del 20% e gli stranieri ricevono una busta paga sotto i mille euro.

Su quest’ultimo punto, l'Istat spiega che rispetto al 2009, lo svantaggio degli stranieri è cresciuto e oltre al genere e al passaporto, un'altra differenza sul peso delle retribuzioni la fanno gli anni di lavoro: all'inizio della carriera si parte sotto i 900 euro superando la soglia dei mille solo dopo 3-5 anni di servizio e il tetto dei 1.300 compiuti i 20 anni di attività.

Questa è la fotografia scattata dall'Istat sulle retribuzioni nette mensili per dipendente nel 2010. Dal Rapporto annuale sulla situazione del Paese, emerge che lo stipendio medio di un cittadino italiano è di 1.286 euro, risultato medio fra i 1.407 euro per i lavoratori e i 1.131 euro per le lavoratrici.

Ma le ‘cattive’ notizie non finiscono qui, perchè l’Italia si colloca anche all'ultimo posto tra i paesi Ue per le risorse destinate al sostegno del reddito, alle misure di contrasto della povertà o alle prestazioni in natura a favore di persone a rischio di esclusione sociale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il