Nokia male le vendite. Ma ora c'è Windows

Calano le vendite, crollano le quotazioni in Borsa: situazione e previsioni Nokia



Calano le vendite di Nokia, crollano le sue quotazioni, il colosso finlandese della telefonia mobile sta vivendo un momento di crisi che però potrebbe passare grazie al nuovo accordo con Microsoft, che servirà ridare vigore alla casa leader finora dei telefonini e ad accrescere la supremazia Microsoft.

Il tracollo in Borsa è dovuto a tre fattori principali: l’improvvisa battuta d’arresto nelle vendite che non può che far preoccupare l’intero azionariato; l’impossibilità di far previsioni sulla partnership con Microsoft; e il timore per cui solo a fine 2012, il gruppo saprà riprendersi dalla crisi.

I profitti del secondo trimestre di Nokia vedono meno vendite nel settore smartphone, segno, probabilmente, che il sistema operativo Symbian non piace. E così ora il colosso telefonico lavora al suo progetto più ambizioso: il lancio del Windows Phone, un prodotto completamente nuovo che sarà equipaggiato con il sistema operativo di Microsoft con cui, nello scorso febbraio, è stato siglato un accordo di partnership.

Nokia non avrà l’esclusiva di questo sistema operativo, considerando che sarà padrone anche di terminali firmati Lg e Samsung, ma il predominio finlandese in campo cellulari, inimitabile da parte di altri, renderà certamente unico il funzionamento di questo sistema operativo.

Nokia pensa infatti al lancio di uno smartphone molto più efficiente rispetto a tutti i cellulari multimediali, e ne è così sicura tanto che il presidente ed amministratore delegato Nokia Stephen Elop ha detto “Siamo fiduciosi che il nostro primo prodotto Nokia con Windows Phone sarà pronto per il quarto trimestre 2011”.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il