BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Attacco contro Gmail da Governo Cinese. Risposta ufficiale Pechino

Nuovo attacco hacker dalla Cina a Google. Pechino smentisce



Dopo aver subito attacchi e censure da parte del governo cinese, Google ha pubblicato un comunicato sul suo blog ufficiale sostenendo di aver di nuovo scoperto e sventato un nuovo attacco informatico proveniente proprio dalla Cina.

Gli hacker avrebbero cercato di violare gli account di Gmail di centinaia di utenti, tra cui funzionari governativi e militari degli Stati Uniti e di alcuni paesi asiatici, soprattutto la Corea del Sud, attivisti cinesi e giornalisti., sarebbero entrati nelle caselle di posta degli utenti nel mirino attraverso il phishing, inviavano cioè agli utenti email che sembrano provenire da una banca, dalle poste o dallo stesso servizio di posta elettronica, chiedevano agli utenti di inserire i propri dati su un sito che sembrava identico a quello del servizio originale e ottenute le password degli account, gli hacker avrebbero modificato le impostazioni per l’inoltro delle email dei singoli account, in modo da ricevere sui propri indirizzi di posta elettronica una copia di tutte le email ricevute dagli account manomessi.

Il Washington Post scrive che l’FBI è stato avvertita dell’attacco una settimana fa e starebbe lavorando con Google per chiarire la situazione. Ma dalla Cina, portavoce del ministro degli Esteri cinese, ha risposto alle accuse dicendo che “è inaccettabile incolpare la Cina di questi misfatti. Gli hacker sono un problema di tutti e anche la Cina ne è vittima. Le accuse di un sostegno a questi attacchi sono completamente infondate”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il