BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Cedolare secca 2011: scadenza entro lunedì 6 giugno anche per regolarizzare affitti in nero

I tempi per regolarizzare i nuovi contratti d'affitto



E’ entrata in vigore lo scorso 7 aprile, la cedolare secca che prevede che i privati possano scegliere il nuovo regime invece che la progressisvità dell’ imposta tradizionale, applicando un’unica aliquota per l’immobile che sarà calcolata in base al contratto, cioè il 19% per quelli di tipo agevolato e il 21% per quelli liberi.

Il 6 giugno è il momento in cui bisogna aver registrato i propri contratti e la novità fornita dall’agenzia delle entrate è la possibilità di registrare un contratto di affitto e optare per la cedolare secca attraverso anche Siria, un software semplificato e intuitivo che migliora i tempi e le modalità di compilazione delle dichiarazioni e che l'amministrazione mette a disposizione in rete gratuitamente www.agenziaentrate.gov.it nell'apposita sezione Software.

L'opzione da parte anche di uno solo dei comproprietari comporta la rinuncia agli aumenti contrattuali da parte di tutti: per le Entrate, la raccomandata con la quale si comunica all'inquilino la rinuncia agli aumenti dovrebbe essere sottoscritta da tutti i comproprietari.

Se la rinuncia non è validamente eseguita, la scelta per la cedolare sarà considerata come non effettuata. Se i locatori si mettono d'accordo per consentire l'opzione ai soggetti interessati, bisognerà inviare una nuova lettera raccomandata, sottoscritta da tutti, e, entro lunedì 6 giugno, presentare di nuovo il modello 69 comunicando l'opzione.

Se non c’è stato l’accordo tra i locatori, invece, bisognerà integrare il pagamento dell'imposta di registro sul canone di locazione relativo alla prima annualità e presentare nuovamente il modello 69, sempre entro il 6 giugno. In caso di mancata regolarizzazione dei contratti, sono previste pesanti sanzioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il