BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Poste Italiane non funzionano ancora: problema ai server

Poste Italiane in tilt: a lavoro i teconici per risolverlo



Il sistema informatico nazionale di Poste Italiane continua a non funzionare, i pensionati che hanno accreditato la pensione su un conto postale non possono riscuoterla e nessuno può pagare un bollettino in scadenza né effettuare prelevamenti.

Ieri il sistema era ripartito e sembrava tutto risolto ma poi si è bloccato di nuovo, ha ripreso a funzionare verso mezzogiorno e dopo le 13 era di nuovo in tilt. Ora i tecnici lavoreranno tutta la giornata per rimettere a posto il sistema ma Poste Italiane non riesce ancora a dare una data o un'ora precise per la ripresa del servizio.

Ma non è la prima volta che Poste Italiani subiscono dei guasti, gli stessi si sono ripetuti nell'ottobre/novembre del 2010 e alcuni problemi si sono verificati anche nella fase di avvio. La causa di questa situazione, questa volta, non è da imputarsi a scioperi o disfunzioni organizzative, ma ad un guasto ai nuovi sistemi informatici preposti alla gestione delle operazioni postali e finanziarie di Poste italiane.

La situazione ha avuto inizio mercoledì primo giugno quando Poste Italiane ha annunciato di scusarsi con la clientela “per le difficoltà nella fornitura dei servizi avvenute negli uffici postali a causa di un guasto al sistema informatico che ha rallentato le operazioni, con l'effetto di allungare i tempi di attesa, e in alcuni casi ha impedito l’esecuzione delle operazioni stesse. I tecnici hanno ripristinato il regolare funzionamento del sistema per la fornitura di tutti i servizi postali e finanziari”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il