Mutui online migliori offerte tasso variabile, con cap e fisso a confronto Giugno 2011

Le proposte migliore di mutui: quale scegliere



Scegliere la giusta tipologia di mutuo oggi è decisamente difficile, potendo optare per diverse soluzioni, ma considerando anche l’andamento del mercato cambiato notevolment rispetto a qualche mese fa.

“Dopo un periodo in cui i tassi sono rimasti ancorati ai minimi, oggi viviamo infatti una fase di transizione verso un orizzonte che prospetta rialzi graduali, nel quadro di un cambiamento rallentato dalle incertezze della ripresa economica globale”, ha spiegato Roberto Anedda, direttore marketing di MutuiOnline, che riassume la tendenza dell’andamento dei mutui, che dovrebbe rimanere tale fino al termine dell’estate, complici i segnali della Bce, la relativa stabilità dell'Euribor, da oltre un mese nell’intorno dell’1,20%, il ritorno dell’Irs al 3,70% dopo aver toccato il 4%, e l’offerta più dinamica delle banche in questo periodo estivo.

Coloro pronti ad accendere un mutuo si trovano di fronte ai variabili che, pur con i rialzi della Bce, restano ancora più convenienti dei fissi, e ai prodotti con cap, che però rischiano di essere troppo costosi rispetto alla protezione che garantiscono (col tetto agli interessi ormai a cavallo del 6%).

Le offerte migliori in questo mese di giugno 2011 sembrano arrivare dalle banche online che offrono tassi e condizioni più convenienti rispetto a quelli delle banche tradizionali. Mutuionline.it ha condotto un confronto sulle offerte di 40 istituti per mutui ventennali d'importo pari a 100mila euro, chiesto da un impiegato milanese 35enne che ha deciso di acquistare un immobile da 160mila euro. Le tre proposte migliori per quanto riguarda il variabile, sono risultate quelle di Chebanca!, Bipiemme e Webank, tutte sotto il 2,60%.

Per il fisso, invece, il finanziamento più conveniente è quello di Cariparma al 4,40%, seguito dalle proposte di Mutuo Fisso di Webank, Mutuo Arancio Misto di Conto Arancio e il Tasso Fisso di Banca Popolare di Milano, mentre tra i prodotti variabili con cap, il migliore è risultato Tettoaltasso di Bipiemme, il cui limite agli interessi è fissato al 5,25%.

Oltre queste proposte, spiccano anche quelle dei mutui misti, come Domus Mix Multiopzione di Intesa Sanpaolo che, a partire da un tasso fisso al 3,99%, permette di cambiare le condizioni contrattuali scegliendo gratuitamente ogni 3 (o 5) anni tra fisso e variabile per il periodo successivo.

C’è l’offerta Gran Mutuo Cambio Scelta di Cariparma, prodotto a tasso variabile che permette di cambiare tipologia ogni due anni; stessa opzione biennale per Mutuo Geniale del Banco Popolare, che per il primo anno prevede un saggio fissato al 3,59%, mentre Varia il Fisso di Credem, a fronte di un tasso contenuto al 3,09% per i due anni iniziali, permette poi di cambiare tipologia una sola volta. Consultando il sito di Mutuionline sarà inoltre possibile ottenere un preventivo personalizzato e richiedere un primo giudizio di fattibilità.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il