Oracle richiede tutti i guadagni di Android per brevetti

Oracle contro Google: tutto nelle mani della Corte Federale Usa



Oracle chiede a Google un maxi risarcimento per la violazione, presunta, di 44 brevetti per la progettazione del sistema operativo Android. Google, infatti, non avrebbero rispettato i compensi per le royalities sui brevetti Java che Oracle detiene, violando le royalitis della casa e dando vita al sistema operativo dei record.

Di qui la richiesta di Oracle che non si accontenta della liquidità di tutti i ricavi che sono stati ottenuti da Google sfruttando tecnologie che prese in prestito senza permesso e avanza anche la mega richiesta dei ricavi dall’advertising mobile.

Secondo i legali di Oracle, Android non sarebbe tutta farina del sacco Google e alla luce delle violazioni dei 44 brevetti ‘incriminati’ Oracle avrebbe chiesto un risarcimento superiore agli introiti realizzati dalla stessa Google con Android.

Una eventuale sconfitta di BigG in questo procedimento potrebbe introdurre un nuovo costo di licenza su Android e portare gli sviluppatori ad un impegno notevole per adattare le loro applicazioni ad una nuova eventuale JVM. La questione è stata ora affidata alla Corte Federale degli Stati Uniti.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il