BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Energie rinnovabili: nuove alternative dopo la vittoria e quorum su referendum nucleare

Come cresceranno le rinnovaili dopo il quorum sul referendum sul nucleare?



Sembra ormai raggiunto il quorum per i quattro quesiti del referendum abrogativo che ne prevede due sulla privatizzazione dell’acqua, uno sull’abrograzione del nucleare in Italia e il quarto sul legittimo impedimento. Le urne per votare ancora resteranno aperte fino alle 15 di oggi.

L’Italia si prepara a dire addio all’atomo: se le previsioni sull’esito del referendum si riveleranno vere, nasceranno comunque nel Belpaese una serie di questioni di complessa risoluzione, a partire da quella della gestione delle scorie alla necessità di incentivare e sostenere la crescita delle fonti rinnovabili.

In tutto il mondo, gli ingegneri stanno lavorando per abbattere i limiti delle energie alternative e addirittura qualcuno ha pensato ad un efficace modo di sfruttare, con un solo dispositivo, sole, vento e pioggia.

Protagonista dell’idea è Elias Siores, ricercatore e docente dell’Institute for Materials Research and Innovation, presso l’Università di Bolton (Gb), che ha inventato un dispositivo ibrido capace di catturare l’energia dai tre elementi sopra citati. Si tratta di una sorta di nastro flessibile costruito con un materiale piezoelettrico, per trasformare l’energia meccanica delle sollecitazioni in energia elettrica.

Per realizzare questo dispositivo è stato impiegato un materiale ceramico rivestito con fluoruro di polivinilidene (PVDE). Ogni volta che il nastro, ricoperto con un film fotovoltaico flessibile, viene mosso dal vento o colpito da una goccia di acqua, genera elettricità. Secondo Siores, 10 centimetri quadrati possono generare 1-2 watt in condizioni di pieno sole. Per ora il sistema è in grado di fornire energia sufficiente solo a piccoli dispositivi come i cellulari.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il