BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Riforma fiscale Tremonti: 3 aliquote Irpef, 5 tasse e altre novità. Come sarebbe

La nuova riforma fiscale spiegata dal ministro Tremonti: cosa prevede



Ridurre subito i costi della politica, meno aerei blu e più Alitalia, “Credo che sia giusto un sistema con tre aliquote Irpef, con una base imponibile ampia le aliquote più basse possibili sono il miglior investimento per ridurre l'evasione fiscale. E’ possibile, inoltre, ridurre il nostro sistema fiscale a 5 imposte”.

Questa idea di riforma fiscale prevede un sistema più semplice, la riduzione degli scaglioni e possibilmente articolato su non più di cinque imposte in cui molti tributi minori possono essere concentrati e gli scaglioni e i calcoli vanno fatti secondo quanto si riesce a tagliare per finanziare la riforma”.

Così il ministro dell’Economia Giulio Tremonti introduce la riforma fiscale, prossima e necessaria, secondo il Governo. E spiega ancora: “C'é un enorme bacino da cui derivare risorse per fare la riforma fiscale e correggere l'andamento della finanza pubblica”, riferendosi alle tante agevolazioni benefici godute da chi non ne ha titolo.

“Gli assegni vanno tolti a quelli che hanno il gippone. E' giusto dare assegni e benefici a chi ne ha bisogno. Ma non è giusto dare assegni a quelli che non hanno ragione di riceverli. Nella spesa fiscale c'é un enorme catalogo di voci e regimi di favore, ci sono 471 voci di esenzioni che vangono in totale 150 miliardi in totale, si tratta di un magazzino da rivedere”.

Per fare la riforma fiscale, inoltre, aggiunge il ministro “é fondamentale che la classe politica dia l'esempio: ci sono molti costi della politica che vanno ridotti” lanciando anche il monito “meno aerei blu e più Alitalia”. Per rilanciare la produttività servono, inoltre, contratti un pò più aziendali: “Credo che contratti un po' più aziendali e meno generali siano la via giusta per la produttività”.

Tremonti auspica un fisco a misura di lavoro, di giovani, di famiglia con figli e la riforma che ha in mente ha una forte connotazione sociale. Il prelievo fiscale può essere modificato in funzione di tre logiche fondamentali: la natalità (cioè i figli), il lavoro e i giovani. Inoltre, entro il mese, poi, Tremonti varerà la manovra economica fino al 2014. Per quest’anno e per il prossimo gli interventi saranno molti limitati, la maggior parte dei 40 miliardi previsti si concentreranno per fine periodo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il