Dipendenti pubblici: punire chi usa Internet secondo Stracquadanio

Dopo Brunetta, polemiche anche per Stracquadanio. Criticata la sua proposta



Dopo le parole del ministro Brunetta, che ha definito i precari ‘la parte peggiore dell’Italia’, nuove critiche e polemiche si scatenano oggi contro l'onorevole Giorgio Stracquadanio del Pdl che avrebbe avanzato una nuova proposta: “Punire i dipendenti pubblici che usano internet per motivi privati durante l’orario di lavoro.

Ci sono migliaia e migliaia di persone, prevalentemente nel pubblico che trascorrono la mattina a postare i video di repubblica.it, che oramai oggi detta l’agenda anche agli altri media. Io penso che vadano presi provvedimenti; provvedimenti di diversa natura: multe, sospensioni”.

Così, dopo aver detto che la sinistra vince sul web perché su Internet ci sono i fannulloni, propone di multare i dipendenti pubblici che usano il web e attacca Repubblica.it ma con queste parole l’onorevole dimostra di non sapere quanto sia ormai cresciuto e diventato forte il ruolo dei media online nelle campagne di informazione e diffusione notizie, tanto che il tempo trascorso su Internet anche durante gli orari di lavoro potrebbe essere ben speso per ‘informarsi’. 

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il