BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Google, Ikea, Renault, Walmart e investimenti energie rinnovabili

I grandi colossi pronti ad investire in progetti verdi



Investire nelle energie rinnovabili sembra essere diventato una sorta di must per le grandi società da sempre interessate a nuove iniziative a sostegno del rispetto dell’ambiente, che si propongono con tali mosse anche di migliorare l'immagine dei rispettivi brand, in Google in prima fila.

Dopo aver investito milioni di dollari a favore di progetto eco sostenibili, in Europa e negli Usa, ha ora deciso di stanziare 280 milioni di dollari per finanziare un progetto di SolarCity, azienda produttrice di sistemi fotovoltaici per abitazioni private.

Il progetto SolarCity non prevede che i privati acquistino i pannelli solari, ma che comprino mese per mese l’energia generata da pannelli dati in leasing dalla società a un prezzo fisso e Rick Needham, direttore Google per il green business.

Al fianco di Google per le iniziative in ‘verde’ si pone anche Ikea: il colosso di arredamento danese all'inizio del 201, ha deciso di realizzare un parco eolico per soddisfare il fabbisogno elettrico di 17 dei punti vendita in Svezia. L’impianto, la cui realizzazione è prevista all’inizio del 2012, avrà nove turbine e nascerà nella provincia di Dalarna. Pronta a progetti dalla svolta in verde anche la casa francese Renault, che ha in cantiere la realizzazione del progetto fotovoltaico più importante al mondo nel mondo dell’auto.

Grazie alla partnership con Gestamp Solar, azienda spagnola di riferimento nel solare, Renault ha progettato di equipaggiare gli stabilimenti francesi di pannelli solari ed entro febbraio 2012 dovrebbero essere montati 450 mila metri quadrati di pannelli fotovoltaici nei sei siti industriali del Paese.

Walmart, invece, società leader nella grande distribuzione, ha presentato un programma che prevede il sostegno alle piccole e medie aziende agricole in cambio dell'impegno a ridurre l'impatto ambientale della loro attività e ha promesso un piano di formazione degli agricoltori perchè usino nuove tecniche agricole che limitano l'uso di acqua, energia e fertilizzanti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il