BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Università a numero chiuso: nuove regole 2011. Punteggio minimo per accedere

Architettura, Medicina e chirurgia, Veterinaria, Odontoiatria e protesi dentaria, Professioni sanitarie: cambiano i test di ingresso



Architettura, Medicina e chirurgia, Veterinaria, Odontoiatria e protesi dentaria, Professioni sanitarie: cambiano i test di ingresso per accedere alle facoltà a numero chiuso e da quest’anno per poterlo sostenere bisognerà ottenere un punteggio minimo: si fino all’anno scorso ogni facoltà prevedeva graduatorie di merito fino alla concorrenza di tutti i posti messi a concorso dal ministero, da quest’anno chi, pur essendo in posizione utile, otterrà meno 20 punti, sugli ottanta previsti, sarà fuori.

La soglia minima di ingresso è, infatti, di venti punti. I test per Medicina, Odontoiatria, Veterinaria e per le Professioni sanitarie saranno composti da 80 domande di cultura generale e logica, chimica, biologia, matematica e fisica, da svolgere in due ore. Tra le novità annunciate dal ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, anche una graduatoria nazionale, per aiutare gli esclusi negli atenei difficili, i più richiesti, e farli entrare negli atenei più facili meno richiesti.

Le novità per i test di ingresso partono dalla facoltà di Architettura dove, non ci saranno più solo domande di chimica e biologia, ma anche di storia e disegno. Tra le novità più importanti, quelle che riguardano il test di Medicina e Odontoiatria: la prova sarà unica per entrambe le facoltà e si svolgerà su tutto il territorio nazionale il prossimo 5 settembre.

Il candidato potrà far valere il proprio test per entrambi i corsi di studio. Si svolgerà, invece, il prossimo 6 settembre il testo di Medicina veterinaria, che potrà valere contemporaneamente per Bologna, Milano, Parma e Padova. Per le professioni sanitarie, come Ostetrica e Infermiere, la prova si svolgerà l'8 settembre e il candidato potrà esprimere, come l’anno scorso, fino a tre opzioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il