BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sequestrati hamburger e carne a Verona per batterio E.Coli o quello francese

Sequestrata carne anche a Verona per accertamenti



Dopo il ricovero di sette bambini in Francia che sembrano aver contratto il batterio dell’E Coli dopo aver mangiato hamburger contaminati venduti nei supermercati Lidl, i sequestri della carne ‘incriminata’ arrivano anche a Verona.

Sarebbero oltre 5 le tonnellate di carne  di marca Steaks Country sequestrata in provincia di Verona per possibile infezione da batterio Escherichia coli. Si tratta di 1.570 confezioni di hamburger e 4mila di polpette della Steaks Country. I Nas hanno ritirato la merce per controllare che non siano infette. Il batterio E. coli provenienti proprio da surgelati di marca Steaks Country venduti da Lidl avrebbe tuttavia un ceppo diverso.

Nei prossimi giorni si verificherà se il batterio che ha colpito i bambini francesi si trovi nella carne o se sia legato a difetti di conservazione o manipolazione del cibo. Nel frattempo, il produttore francese degli hamburger Steaks Country di Saint-Dizier, a metà strada tra Parigi e Strasburgo, ha annunciato di aver ordinato il ritiro del prodotto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il