BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?



Aggiungici alle tue cerchie (clicca su Segui):

Assegni familiari: nuovi livelli reddito 2011-2012

I redditi per poter ottenere l'assegno familiare: i casi


Cambiano i livelli di reddito per gli assegni familiari 2011 2012. L’assegno familiare rappresenta una prestazione a sostegno del reddito, della quale possono godere i lavoratori italiani e stranieri. Per avere l’assegnare bisogna presentare la domanda al datore di lavoro o, per quanto riguarda lavoratori  domestici e operai agricoli, presso le sedi Inps.

Secondo quanto comunicato dall’Inps, l'assegno per il nucleo familiare spetterà alle famiglie dei lavoratori dipendenti, dei pensionati da lavoro dipendente e, a determinate condizioni, dei lavoratori parasubordinati, come collaboratori coordinati e continuativi e liberi professionisti iscritti alla gestione separata dell'Inps, quando la somma dei redditi dei componenti è al di sotto di determinate soglie.

I livelli di reddito, con effetto dal primo luglio fino al 30 giugno 2012, determineranno gli importi giornalieri, settimanali, quattordicinali e quindicinali della prestazione. Alla circolare sono allegate le tabelle con le nuove soglie reddituali e i corrispondenti importi mensili dell'Anf, in linea con i diversi tipi di nuclei familiari.

I nuovi livelli per i nuclei familiari con entrambi i genitori o un solo genitore e con almeno un figlio minore, in cui non siano presenti componenti inabili risultano più graduati, dato che a ogni 100 euro di aumento del reddito familiare l'importo dell'assegno diminuisce di una cifra prefissata: da un massimo di 25 euro a un minimo di 0,5 euro.

Per quanto riguarda l'assegno aggiuntivo per i nuclei con un solo genitore e almeno un figlio minore in cui non siano presenti componenti inabili, l’assegno aggiuntivo per le famiglie monoparentali prevede fino a un massimo di 1.000 euro annui per i nuclei con almeno tre o quattro componenti, tra cui un figlio minore oltre il genitore, e fino a un massimo di 1.550 euro annui per quelli con cinque componenti oltre il genitore.




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il 19/06/2011 alle ore 08:01