BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Manager a tempo e imprese italiane: situazione 2011 e disegno di legge

Manager a tempo: la nuova formula dell'innovazione?



Manager a tempo nelle imprese italiane: la prospettiva della novità piace agli istituti di credito perchè il cambio di guida favorirebbe la conferma degli affidamenti. La nuova formula di insediamento dei manager a tempo garantirebbe aglli imprenditori di potersi avvalere di un dirigente a progetto, che, forte delle sue competenze, sa gestire delicati passaggi aziendali e cambiamenti di struttura societaria.

Angelo Vergani, fondatore di Contract Manager, è scettico sul connubio temporary management e piccole imprese, che “non hanno la dimensione giusta per supportarne i costi”. Maurizio Quarta, managing partner di Temporary Management & Capital Advisors sembra, invece, più possibilista a purchè ci sia il consenso di tutti i soci e ci siano delle deleghe chiare.

Con gli effetti della crisi che ancora si fanno sentire, la spinta per crescere dovrebbe essere infatti proprio la capacità d’innovazione, attraverso governance illuminate capaci di leggere il cambiamento. Ed è proprio partendo dalla crisi che da Wall Street si è trasferita all’economia reale, che il cosiddetto temporary management ha sperimentato una rivoluzione epocale.

Guido Tarizzo, amministratore delegato di Eim Italia (Executive Interim Management), ha spiegato che ormai anche le aziende hanno cicli di permanenza molto più corti ed è diventato impossibile pianificare delle attività su base pluriennale, per questo “in un mercato del lavoro di nicchia, come quello executive , accusato di essere auto-referenziale e poco aperto alle nuove leve, si sta formando una generazione di over 40 che vede nella condizione di manager a tempo la possibilità di fare carriera”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il