BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Liberalizzazioni ferme nel 2011: indagine su polizze vita per concedere mutui del Garante Antitrust

Catricalà sullo stop alle liberalizzazioni



Riforme bloccate e stop alle liberalizzazioni: il presidente dell'Antitrust, Antonio Catricalà, nella sua relazione annuale alla Camera rivolgendosi al governo dice che senza concorrenza è a rischio la vitalità, già compromessa, del sistema economico e dice che l'Antitrust ha dovuto denunciare pericolosi tentativi di chiusura dei mercati dettati dagli interessi particolari in settori come le farmacie, le assicurazioni, alcune professioni, i trasporti.

Ferrovie, gestioni autostradali e aeroportuali, governance bancaria e assicurativa restano i settori sui quali è prioritario introdurre assetti di mercato realmente competitivi che possano agevolare la ripresa della crescita.

Catricalà riferisce, inoltre, che l’Autorità sta anche conducendo indagini su istituti bancari sospettati di subordinare nei fatti la concessione dei mutui alla sottoscrizione di polizze vita particolarmente costose.

Secondo Catricalà, il sistema creditizio é stato vincolato a un percorso che deve condurre a ulteriori ribassi grazie all'applicazione di analisi di efficienza economica. I minori oneri nel quadriennio 2007-2010 ammontano a 500 milioni di euro. “Per valutare gli effetti della riduzione sui prezzi allo sportello abbiamo avviato una seconda indagine conoscitiva sui costi dei conti correnti”.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il