BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Berlusconi non è intelligente: intercettazioni Prestigiacomo, Carfagna, Gelmini con Luigi Bisignani

Nuove intercettazioni Bisignani sul premier



Politici, manager di Stato, generali, persino un frate francescano: tutti gli uomini alla corte di Luigi Bisignani, molti si rivolgevano a lui per chiedergli di fare da mediatore con Silvio Berlusconi.

Il ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo vede in lui un punto di riferimento, l’amministratore delegato dell'Eni Paolo Scaroni lo consulta prima di andare ad Arcore, il sindaco di Roma Gianni Alemanno lo chiama prima delle nomine.

In alcune intercettazioni pervenute agli inquirenti, il ministro dell’Ambiente si lamenta per come vanno le cose nel governo e si legge: Prestigiacomo: “Cinque anni fa, cioè o io ora sono in condizione di essere lì e di fare delle cose e di avere la mia quota di visibilità perché faccio delle cose oppure che ci sto a fare il gioco non è un governo di venti ministri, 25 ministri dopodichè quattro comandano e gli altri fanno il contorno... io sono considerata il contorno e perché hanno capito che persona sono... Cioè è che non mi amano no purtroppo ci troviamo tutti in un centrodestra e sono tutti referenti di Berlusconi, stanno tutti per Berlusconi, cioè per esempio lui si incazzerà domani là a Napoli perché io gli ho stoppato l'apertura della discarica a Serre... gliel'ho stoppata ma io sono consapevole del fatto che in otto giorni non cambia niente e poi siamo con la coscienza a posto e non arrivare armati”.

Bisignani: “Glielo hai detto a lui”. Prestigiacomo: “No, ma lui non sa niente di quello che faccio io, lui non sa niente, lui domani fa... sarà a noi il problema di competere con Berlusconi, sono contenta così perché siccome noi come ministero dell'Ambiente perché la situazione ormai in Presidenza è che non hanno capito diciamo la Campania è nostra e siete voi fatevelo ma finché non lo fate la vigilanza è dove io personalmente ho una responsabilità io ministro dell'Ambiente...”.

La Prestigiacoo dice ancora: “Io lo so com'è fatto”,  riferendosi a Berlusconi, “Mara gli fa quattro moine” (la Carfagna) “quattro cose e lui cancella tutti quelli della faida e dà ragione a Mara su tutto”. Il ministro dell'Ambiente si sfoga con Bisignani: a proposito del premier dice che “Deve essere intelligente e purtroppo non lo è”. Risponde il lobbysta: “Appunto, allora mi ha detto Denis (verosimilmente Verdini, coordinatore Pdl) mi devi dire tu Luigi se io devo tornare in Udc”.

La Prestigiacomo in un'altra intercettazione dice che “La Santanchè...tutte le trame....ste cose, io sono una trasparente, queste cose mi mettono anche un pò di paura”. Della Santanchè in seguito Bisignani parla anche con Flavio Briatore, definendola “una str... con lei basta”. In una conversazione intercettata nel novembre scorso discutono anche del sequestro dello yacht dell'imprenditore ex manager di Formula Uno che commenta: “È uno scandalo, due pesi e due misure”. Bisignani concorda: “Una vergogna!”.

All'indomani poi dello scontro tra il conduttore di Anno Zero e Mauro Masi, dg a viale Mazzini, secondo i pm si instaura un processo di sospensione dal servizio dell'azienda Rai con una pratica istruita «formalmente dallo stesso Masi ma curata direttamente dal Bisignani. Dopo aver ricevuto la lettera di licenziamento per Santoro scritta da Bisignani Masi lo chiama. Masi: “Ma ché, sta in fuga. I miei brindano. Cioè questo non va dal giudice, va all'arbitrato. Abbiamo vinto, è morto. Per la prima volta Gigi. Grande figura, dai retta a Mauro... Gli stamo a spacca' il c...”.

Altre intercettazioni riferiscono di telefonate tra Bisgnani e il ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini. Parlano di Luca Cordero di Montezemolo: “Mi è molto simpatico e mi pare che si sia instaurato un rapporto, è nata una simpatia, un'intesa se vuoi. Ormai vuole fare politica, allora l'ho messo in guardia perché era molto critico sul berlusconismo”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il