BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Riforma fisco 2011: stipendi dipendenti pubblica amministrazione congelati e riduzione

Tagli e congelamenti stipendi pubbluca amministrazione: le misure della manovra 2011



Sarà varata giovedì prossimo la manovra economica da 43 miliardi annunciata la scorsa settimana dal ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, e che si pone l’obiettivo di raggiungere il pareggio di bilancio nel 2014.

Previsti tagli alla politica, nuovi costi per finanziare le missioni militari in cors, misure per la riforma fiscale ed assistenziale, rimodulazione delle aliquote Irpef e l’allungamento dei tempi per andare in pensione. Si potrebbero guadagnare circa 2 miliardi con il congelamento dei contratti pubblici per un altro anno, fino al 2014 quindi. Un provvedimento che non piace ai sindacati ma che il Tesoro sta valutando insieme ad altre opzioni sempre per rallentare il turn over.

Tagli mirati per i ministeri con riduzioni delle spese per acquisti di beni e servizi. Un premio produttività dl 10% per smaltire l’arretrato ai giudici tributari. Nel pubblico impiego, il nuovo taglio si realizzerebbe con un'estensione della stretta del 5% già prevista per gli stipendi tra i 90 e i 150mila euro (10% per quelli superiori).

Confermate, infine, le misure di contenimento della spesa, attraverso il meccanismo dei costi standard, su ministeri e sanità, previsti costi standard anche per tribunali, prefetture e Motorizzazione civile, taglio del 5% degli stipendi pubblici superiori ai 50mila euro, blocco totale del turn over nel pubblico impiego, nuovo intervento sulla scuola per oltre 500 milioni.

Tra le ultime novità spunta anche il blocco totale dell'indicizzazione per le pensioni oltre i 30.700 euro e quello parziale per i trattamenti tra i 18mila e i 30.700 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il