BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasse comunali: aumento rc auto in 29 province e irpef in 50 Comuni

Le novità fiscali dei comuni: cosa prevedono



In arrivo aumenti di tasse per dieci milioni di italiani, risultati della combinazione della nuove addizionali rc auto, decisi in 29 province italiane, e delle nuove addizionali Irpef. A stabilire la novità i decreti previsti dal fisco comunale, provinciale e regionale, che apporteranno non pochi cambiamenti.

Per quanto riguarda l’addizionale Irpef, i sindaci che al momento dello stop imposto nel 2008 avevano un'addizionale Irpef sotto la soglia media dello 0,4%, avranno facoltà di aumentarla dello 0,2% annuo per due anni. Per chi è già a questo livello, non c'è nessuna possibilità di intervento, dato che il massimo di legge è lo 0,8.

Per quanto riguarda la Rc auto, invece, gli aumenti partiranno dal primo luglio e potranno essere pari al massimo al 3,5%: partendo da una soglia precedente del 12,5 si potrà arrivare, allora, fino al 16%. Ma questo potrebbe essere solo l'inizio: è probabile, infatti, che i rincari aumentino.

Al momento c'è tempo fino al 30 giugno per decidere, ma le amministrazioni già chiedono di far slittare al 30 luglio la data per i bilanci preventivi, che rappresenta il termine massimo per gli incrementi fiscali. Inoltre, le Province che hanno deciso di aumentare la Rc Auto hanno optato per l'aumento massimo, mentre molte altre decideranno solo questa settimana.

L’altra novità in termini di pagamenti è la tassa di soggiorno, che potrà raggiungere il tetto massimo di 5 euro a notte in tutti i capoluoghi di provincia e nei comuni classificati turistici. A inaugurare la novitò, Firenze.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il