BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Legge Agcom per diritto d'autore online su Internet tra 10 giorni: rischio censura

Sarà varata il 6 luglio la delibera Agcom sul diritto d'autore: il dibattito



La delibera dell'AgCom, che sarà varata il prossimo 6 luglio, nel mirino di dibattiti e discussioni: in Rete si schierano i favorevoli e contrari all'iniziativa dell'Authority sul copyright e contro la pirateria online.

Entro il 6 luglio, il Garante delle Comunicazioni approverà la contestata delibera sul diritto d'autore, regolamento che consentirà la cancellazione e l'inibizione di siti Internet (amatoriali e commerciali, compresi blog) sospettati di violare il diritto d’autore mediante il blocco dell'indirizzo IP o del Domain Name Systems.

Il gestore del sito dovrà eliminare il contenuto ‘incriminato’ entro massimo 48 ore. Ma le contraddizioni di questa iniziativa sono molte, a partire dal fatto che l'Agcom diventa di fatto una sorta di poliziotto, perchè interviene se le richieste di rimozione di un titolare di copyright non vengono esaudite (dal sito) entro 48 ore. “Saremo l'esperimento più avanzato di censura del nuovo millennio. È questo il baratro in cui stanno lanciando il sistema dell'informazione italiana”, ha detto Luca Nicotra.

“Sarà il far west, con un approssimazione totale nella decisione di rimuovere o chiudere siti web, e decine, centinaia forse migliaia di contenuti innocenti e abusi del sistema. È questa l'ovvio risultato della censura. È questo il motivo per cui non è mai accettabile in democrazia”. Una minaccia, dunque, per la libertà d’espressione in rete, contro cui attivisti, organizzazioni e associazioni si sono uniti per dire no alla censura su internet.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il