Condono per 250mila procedimenti per evasione fiscale: sanatoria con pagamento parziale

In arrivo la sanatoria di circa 250mila liti fiscali



E' in arrivo la sanatoria di circa 250mila liti fiscali fino a 20mila euro che prevede il rinvio dell'accertamento esecutivo a partire dal primo ottobre, con l'obbligo di cercare la mediazione con le Entrate prima di andare davanti al giudice.

La manovra introduce grandi novità da parte del fisco che sembra proporre una tregua ai contribuenti. La nuova manovra punta a ridurre il contenzioso pendente e a limitare quello futuro e dovrebbe imporre a tutti i presunti evasori di pagare prima della sentenza almeno un terzo delle somme contestate dal fisco.

Secondo le previsioni, saranno sospesi circa 250mila procedimenti, per l'80% davanti alla commissioni provinciali, pari a un terzo di tutti i fascicoli pendenti. L'effettiva riduzione del contenzioso dipenderà dal numero di contribuenti che sceglieranno di pagare per archiviare la contesa con l'Erario.

Le condizioni saranno le stesse stabilite dal condono del 2002: a seconda del risultato del processo di primo grado, basterà versare dal 10% al 50% delle somme pretese dal fisco. La convenienza, però, non sarà solo per i presunti evasori: il bilancio del contenzioso a fine 2010 mostra che le Entrate escono sconfitte nel 60% dei casi in primo grado, tra soccombenze parziali e totali. Si calcola, inoltre, che i due terzi delle cause pendenti siano concentrate davanti alle commissioni di quattro regioni: Sicilia (26% del totale nazionale), Lazio (14%), Campania (13%) e Calabria (12%).

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire