BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Scegliere master 2011 dopo laurea

Come scegliere un master post laurea: il nuovo sito



Terminato il percorso di studio universitario, sono la maggior parte i ragazzi che scelgono di fare un master, soprattutto dopo l’avvento della laurea triennale. Ma come fare a scegliere il migliore o quello che comunque garantisce qualità di insegnamento e specializzazione ed eventuale stage e lavoro dopo?

Il mondo dei master è una realtà in continuo divenire e negli ultimi anni si sta registrando una minore incidenza di edizioni zero mentre i percorsi di eccellenza più collaudati reggono bene. Tendenza che si evince dai dati AlmaLaurea, come sottolinea Andrea Cammelli, direttore del consorzio AlmaLaurea: “Per orientare la scelta di un master la soluzione più efficace sarebbe quella di una valutazione di qualità estesa a tutta l'offerta formativa post-laurea, cresciuta in passato in modo impetuoso con elementi problematici che hanno finito per pregiudicare la qualità e l'efficacia di una parte dell'offerta, condizionando anche la visibilità del buono e dell'eccellente che pure andava facendosi strada”.

Da poche settimane è online un nuovo sito che presenta le diverse offerte post-laurea: è www.censisguida.it 1, un portale realizzato da Censis Servizi con l'obiettivo d'instradare l'utente verso il master che più si addice ai suoi bisogni.

Per effettuare una ricerca ottimale occorre innanzitutto comporre uno specifico profilo con requisiti di ammissione, cioè quanti e quali passaggi sono necessari per essere ammessi al master; impegno in aula, vale a dire il monte-ore di lezioni frontali; le ore di stage eventualmente previste al termine del master; il grado d'internazionalizzazione del corso (docenti stranieri, lezioni anche in un'altra lingua rispetto all'italiano, soggiorni-studio all'estero); il placement, cioè tutta quella rete di servizi che il master eroga nell'accompagnamento verso il mondo del lavoro; e i servizi a supporto della didattica, come l'accesso a internet wi-fi o l'abbonamento a riviste specializzate.

Una volta delineato il profilo-base del proprio master ideale, è possibile affinare la ricerca attraverso una serie di chiavi informative dicotomiche (sì/no) che analizza il master nei suoi punti salienti, dall’erogazione di borse di studio, al conferimento di crediti formativi universitari (Cfu), alle ore di didattica in lingua straniera e di didattica a distanza (online), alla specifica esperienza professionale per accedere al master e, infine, rateizzazione della retta d'iscrizione. Una volta scelto il master che si preferisce a fare la differenza è lo stage, come durata e anche per dove viene svolto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il