BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bollo deposito titoli con manovra finanziaria fino a 380 euro. Esempio rendimento Bot

Fino a 380 euro di bollo sul dossier titoli: cosa prevede la nuova manovra finanziaria



Le novità ancora apportate al testo della nuova manovra finanziaria prevedono, tra i tagli alla politica, la stretta su pensioni, stipendi ai dipendenti pubblici e agli enti locali, una nuova imposta di bollo variabile per i depositi titoli.

Il bollo che si applica alle comunicazioni relative sui depositi di titoli inviati dagli intermediari finanziari può arrivare dal 2013 fino a 380 euro per i depositi il cui valore è superiore a 50mila euro. Dal 2013 poi per gli importi sotto i 50mila euro si va dai 12,50 euro mensile ai 150mila annuali e per quelli sopra i 50mila euro, dai 31,66 mensili ai 380 euro annui.

Chi, dunque, risparmia dovrà pagare su quanto risparmiato e messo da parte e non solo chi può permettersi lusso e macchinone. Le imposte di bollo nuove graveranno anche sui piccoli risparmiatori e la misura potrebbe modificare l'attuale mappa del risparmio nazionale, scoraggiando la tenuta di dossier titoli con somme modeste e spostando l'asse verso i depositi vincolati.

Secondo quanto riportato, da subito a tutti i titolari di deposito titoli verrebbe applicato un bollo rinforzato sull'invio dell'estratto conto del dossier. Si passa a 120 euro l'anno (10 al mese), rispetto ai 34,20 attuali, da cui si salva solo chi possiede titoli e valori per cifre inferiori a mille euro. Una bella botta, soprattutto per chi ha patrimoni modesti e sceglie investimenti a basso rischio (e a basso rendimento). Per fondi, azioni, dividendi, pronti contro termine, etf, obbligazioni bancarie e societarie, le tasse dovrebbero invece salire dall'attuale 12,5% al 20%.

Per fare un esempio, prendendo in considerazione un esempio, di 10.000 euro di Bot annuali, che oggi rendono l'1,50% al netto di tasse (12,5%) e commissioni (0,30%), sono appena sufficienti per coprire la nuova richiesta del Fisco, pari all'1,2% del patrimonio considerato.

Degli interessi annuali, dopo il super bollo, rimarrebbero 30 euro, di cui 18-20 vanno alla banca per la gestione del servizio. Come rendimento del Bot da 10 mila euro, quindi, alla fine rimangono una decina di euro. Un pò meglio andrebbe invece a chi, per esempio, possiede 30 mila euro di Bot.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il