BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Per un dollaro e mezzo fa causa a eBay su criteri asta

Un uomo ha fatto causa a eBay Inc. in California, accusando l'azienda di aste online di far aumentare illegalmente i prezzi, nella fase in cui invita chi ha già fatto offerte consistenti ad alzare la sua offerta massima per proteggersi da rilanci



Un uomo ha fatto causa a eBay Inc. in California, accusando l'azienda di aste online di far aumentare illegalmente i prezzi, nella fase in cui invita chi ha già fatto offerte consistenti ad alzare la sua offerta massima per proteggersi da rilanci dell'ultimo minuto. Lo ha riferito oggi l'avvocato del querelante.

In una proposta di azione legale collettiva presentata il 17 febbraio alla corte superiore di Santa Clara, il principale denunciante Glenn Block sostiene che eBay ha aumentato la sua offerta da 111 a 112,50 dollari subito dopo la sua risposta a una mail in cui l'azienda gli comunicava che era il miglior offerente.

La mail lo avvertiva anche che avrebbe potuto essere scavalcato se non avesse aumentato la sua offerta massima.

Block sostiene che avrebbe vinto comunque l'asta con 111 dollari, e ha accusato eBay di averlo obbligato a pagare un dollaro e mezzo in più.

Hani Durzy, portavoce di eBay, ha detto che l'azienda non ha ancora preso visione della denuncia, ma che apparentemente Block ha completamente "frainteso il sistema delle offerte in uso su eBay". Tale sistema, ha detto Duzy a Reuters, semplicemente avverte i probabili vincitori che potrebbero esser scavalcati, quando raggiungono la loro offerta massima. Aumentare quest'ultima è però facoltativo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



pubblicato il